gennaio 24, 2020 News Nessun commento

Anno nuovo, vita nuova…SI SPERA! Eh si, perché il 2020 è appena iniziato, ma le catastrofi ambientali dovute ai cambiamenti climatici derivati dall’inquinamento la stanno già facendo da padrona.

Il 2019 è stato l’anno delle manifestazioni a favore dell’ambiente, l’anno degli slogan “contro” i politici indifferenti alla questione ambientale, l’anno delle prese di posizione da parte di grandi e piccini per combattere la crisi ambientale! Insomma, vi starete chiedendo: sarà cambiato qualcosa?

Sarei meno netta e elencherei invece alcune piccole decisioni prese da governi oppure accorgimenti in materia di ecologia che i privati cittadini hanno iniziato a seguire, abbiamo già allarmato con molti articoli, adesso può essere il caso di coinvolgere facendo capire che qualcosa si sta muovendo e che bisogna fare la propria parte e non rimanere indietro. Riuscite a scovare qualche esempio? Tassa sulla plastica, o in generale tutta questa informazione sull’ambiente ha permesso lo sviluppo (o comunque sono passate alla ribalta) tutta una serie di piccole aziende che producono prodotti anti-inquinamento:

  • Dischetti struccanti lavabili

https://www.bioambassador.com/dischetti-struccanti-lavabili-come-usarli/

  • Involucro per alimenti cera api per evitare pellicola

https://www.apepak.it/

Un anno dopo siamo ancora più motivati nell’aggiungere tra i buoni propositi del 2020 la riduzione dell’inquinamento. A questo proposito proprio lo scorso anno avevamo indicato tre piccole azioni alla portata di tutti per favorire la tutela dell’ambiente, si trattava di gesti quotidiani come: riciclare e aumentare la raccolta differenziata, acquistare prodotti locali e di stagione ed infine ridurre i rifiuti, niente di impossibile, difatti; a questi  oggi vogliamo aggiungere altri piccoli consigli per cominciare l’anno con la giusta motivazione.

Se è vero che il cambiamento deve partire anche da noi allora vediamo da vicino quali sono questi tre punti da seguire per ridurre l’impatto ambientale:

  1. Utilizzare mezzi pubblici oppure optare per altre soluzioni meno impattanti per l’ambiente: andare a lavoro, accompagnare i propri figli a scuola o in palestra, ma anche andare a fare una passeggiata in centro, spesso diventa un incubo se si sceglie di utilizzare la macchina, il traffico e i pochi posti dove trovare parcheggio mettono a dura prova la nostra pazienza, scegliere di utilizzare i mezzi pubblici come tram, metropolitane e bus è una valida alternativa per evitare momenti di stress ma anche per rispettare l’ambiente, infatti, lasciare a casa la propria macchina vuol dire evitare di contribuire all’inquinamento cittadino. Non è un caso che in molte città italiane dove in alcuni momenti dell’anno si registrano picchi di inquinamento catastrofici siano le stesse amministrazioni comunali ad invitare i cittadini ad usare i mezzi pubblici per i propri spostamenti. Un’altra valida alternativa green è usare le biciclette, i monopattini elettrici ovviamente meteo permettendo.

Abbiamo già dedicato un interno articolo al BIO, sostituirei pertanto il punto 2. Con “Fare la spesa sfusa” che è un bel modo di evitare l’utilizzo degli imballaggi, anche in Solas durante quest’anno alcuni dipendenti vanno in un negozietto a Cernusco Lombardone che permette di ricaricare i propri contenitori in vetro.

Link: citano anche Cernusco

https://www.sfusitalia.it/la-rete-delle-botteghe-sfuse-indipendenti/

  1. Utilizzare prodotti bio: partendo dalle nostre tavole sarebbe cosa buona e giusta mangiare cibi di stagione favorendo il biologico. Le piccole aziende agricole locali ringrazieranno e anche la vostra salute ne trarrà dei benefici, del resto siamo quello che mangiamo.
    Usare prodotti bio per pulire le nostre case, per lavare i nostri vestiti e per la nostra igiene quotidiana è altresì importante.

Inoltre, ogni anno, arriva il momento di rinfrescare le pareti delle nostre case ed è altrettanto  importante prestare attenzione ai prodotti che utilizziamo per imbiancare le nostre abitazioni ne va della nostra salute, le nostre vernici in quanto bio rispettano l’ambiente e la salute dell’uomo sono del tutto naturali prive di derivati petrolchimici, resine acriliche e viniliche e garantiscono alte prestazioni in termini di durata e stile.

  1. Gestire al meglio il consumo degli elettrodomestici: le nostre case ne sono piene, il corretto uso ha un doppio vantaggio, infatti, permette di ridurre al minimo gli sprechi tutelando l’ambiente che ci circonda. Prendiamo l’esempio del frigorifero, è un elettrodomestico sempre acceso e di conseguenza più dispendioso, ma impostando la giusta temperatura (magari c’è un qualche dato concreto sulla temperatura anche usando qualche link?) ed evitando il surriscaldamento dello stesso posizionandolo lontano dalle fonti di calore e lasciando una distanza di 20 centimetri tra esso e il muro avremo un frigorifero performante che però consumerà meno. Per quanto riguarda la lavatrice, invece, utilizzarla sempre a pieno carico sfruttando i programmi ecologici stando anche attenti ai detersivi che usiamo, sono il segreto per un bucato perfetto e rispettoso dell’ambiente, inoltre le nostre bollette saranno meno salate.

È importante sposare la causa ambientale perché ne va del nostro futuro inoltre sarebbe bello lasciare alle prossime generazioni un pianeta pulito dove respirare aria sana. Se è vero che l’unione fa la forza questo è il momento giusto per creare un’eredità di informazioni e di azioni utili da lasciare a chi verrà dopo di noi.

 

 

Written by Michela