febbraio 3, 2020 News Nessun commento

Chi di voi sta già pensando ai colori della primavera e alle calde sere estive? Un modo per distrarsi e non pensare a quest’inverno freddo ma anche un modo per cominciare ad organizzare tutto per le consuete pulizie di primavera, della serie chi prima inizia è a metà dell’opera.

Tra i lavori da fare, l’imbiancatura delle pareti è uno dei più onerosi. Ogni tanto le mura delle nostre case necessitano di una ripassatina, vuoi perché sporche, vuoi perché ci siamo stancati del vecchio colore, vuoi perché finalmente abbiamo acquistato una nuova casa o perché ne abbiamo preso una in affitto, insomma è un lavoro che, anche se faticoso e dispendioso, va effettuato per dare carattere e luce alle nostre pareti. Spesso ci si rivolge ad esperti del settore altre volte invece per risparmiare si opta per il fai da te. Dato che non siamo imbianchini professionisti, ci servirà un manuale per la buona riuscita dell’operazione. Oggi vogliamo aiutarvi e stilare per voi una guida utile per imbiancare le vostre pareti come foste dei pittori nati. Cominciamo dal materiale necessario:

  1. Teli trasparenti e scotch di carta, utili per coprire bene i vostri mobili, pavimenti, infissi, porte e battiscopa; un’accurata preparazione ridurrà nettamente il lavoro di pulizia; saranno la vostra salvezza!
  2. Un rullo o pennellessa, pennelli a punta fine, i primi vi serviranno per imbiancare superfici ampie ma non dimenticatevi degli angoli: per quello sarà necessario avere un pennello a punta fine.
  3. Secchio, è il modo ideale e comodo per diluire la pittura, è vero che in commercio esistono pitture già pronte all’uso, in caso contrario sarà bene diluire la pittura con un po’ di acqua del rubinetto seguendo le indicazioni in etichetta.
  4. Una scala, a meno che tu non sia un giocatore di basket, ti servirà una scala per raggiungere i punti più alti da imbiancare.
  5. Fissativo e stucco, prodotti a base d’acqua per la preparazione della parete all’imbiancatura.
  6. Idropitture, prodotti a base d’acqua studiati per tinteggiare le pareti di casa.

Per le sue importanti caratteristiche vogliamo spendere due parole in più sull’ultimo punto.

In commercio ci sono tantissimi tipi diversi: a calce, traspiranti, semilavabili, lavabili, antimuffa, termoisolanti. Innanzitutto, il consiglio primario è quello di scegliere un prodotto di alta qualità: spendere un po’ di più nell’immediato, porterà un notevole risparmio sul lungo termine, in quanto pitture di scarsa qualità resisteranno meno e si degraderanno più in fretta. Come orientarsi nella scelta della tipologia? Beh dipende dall’uso: cucine e bagni preferiscono pitture ad alta traspirabilità vista l’elevata umidità degli ambienti; camere, camerette e soggiorni possono essere imbiancate con una semilabile o lavabile in modo da poter essere pulite più spesso; l’antimuffa servirà in pareti da sanificare mentre l’isolante in pareti molto fredde. L’idropittura traspirante ben si adatta a tutte le situazioni.

Un’altra funzione delle idropitture murali è quella di decorare la vostra casa. Anche qui ci sono moltissime possibilità, ad esempio Solas ha sviluppato un sistema di coloranti naturali predosati: scegliere il colore da dare alle vostre pareti sarà un gioco da ragazzi con i nostri Idro-Toner M05.

Una volta acquistato il materiale e scelto il colore bisogna passare ai fatti, quindi, che la tinteggiatura abbia inizio:

  • Copri per bene i pavimenti, i mobili, gli infissi e i battiscopa con i teli e lo scotch che hai precedentemente acquistato, non tralasciare niente sarà più facile pulire a fine imbiancatura quando sarai più stanco.
  • Stucca le imperfezioni, i buchi e le crepe presenti sui muri, dopo passa sulle zone trattate della carta vetrata in modo da rendere la superficie liscia ed omogenea pronta per il prossimo passaggio.
  • Applica un fissativo, questo migliorerà la stesura e la resa dell’idropittura, oltre che aiutare nei casi più critici.
  • Versa una parte della pittura nel secchio, diluisci secondo etichetta e immergi il rullo prestando attenzione a far sgocciolare il prodotto in eccesso su di un’apposita griglia.
  • Comincia a stendere la pittura in modo omogeneo partendo dal soffitto mantenendo fasce di righe dritte, ricorda che una volta iniziata la tinteggiatura di una parete è bene portarla a termine senza fare pause per avere un bel colore omogeneo ed evitare quindi di avere zone di colore diverso
  • Dedicati poi ai ritocchi quindi agli angoli e ai profili con il pennello a punta fine.
  • Una volta stesa la prima mano aspetta che si asciughi quando comincerai a dare la seconda mano ricordati di procedere con linee perpendicolari alle prime.
  • Usa la carta vetrata per eliminare sbavature e gocce in eccesso, pulisci le macchie sul pavimento e sui mobili con un batuffolo di cotone bagnato con della semplice acqua, fallo prima che si secchino
  • Prediligi i mesi caldi per imbiancare in quanto i tempi di asciugatura dipendono molto dalla stagione e dal grado di umidità.

 

Ecco a voi il manuale per diventare esperti imbianchini, utilizzando ovviamente prodotti sicuri per voi e per l’ambiente. Buon divertimento!

Written by Michela